QUARESIMA

Dal latino quadragesima (“quarantesima”), la Quaresima è il periodo di quaranta giorni -dal Mercoledì delle ceneri al Sabato santo, senza tenere conto delle domeniche- durante il quale la Chiesa si prepara alla Pasqua con diverse pratiche di penitenza. Nella Chiesa orientale la Quaresima comincia nell’ottava settimana prima di Pasqua, in modo di contare quaranta giorni di digiuno, essendo esclusi il sabato e la domenica.

              Nella Chiesa primitiva durante la Quaresima i catecumeni si preparavano al battesimo che veniva amministrato la notte di Pasqua; i penitenti pubblici si preparavano alla riconciliazione con la Chiesa, che avveniva il Giovedì santo; l’insieme dei cristiani cercava di purificare la propria vita morale.

               In ricordo del digiuno di Gesù nel deserto (Mt 4,1-11), la Quaresima era un tempo di penitenza, di digiuno e di astinenza, durante il quale era vietato mangiare carne.

               Nella Chiesa d’Oriente la Quaresima non mira alla preparazione al battesimo, ma è incentrata sull’attesa del giudizio e sulla risurrezione di Cristo. Il digiuno è rigoroso e l’eucarestia viene celebrata solo il sabato e la domenica.

              Nella Chiesa cattolica romana il digiuno è stato ridotto al Mercoledì delle ceneri e al Venerdì santo.