Il “SE” nella parola “miSEricordia”

7670  SENTIRE SIGNIFICA:

SEntire chi chiede aiuto

SEntire i consigli che ci vengono dati

SEntire un amico in difficoltà

SEntire è seguire la parola di Dio

SEntire è aiutare chi ne ha bisogno

Questa settimana ci è stato chiesto di dividerci in gruppi e riflettere sulla parola misericordia.

Ma prima di tutto, cosa significa ”MISERICORDIA”??

La parola misericordia (soprattutto quest’ anno) è una parola molto significativa.

Infatti proprio quest’ anno il Papa ha indetto un giubileo speciale chiamato appunto giubileo della misericordia.

Tornando alla domanda iniziale la misericordia può essere un sentimento, un’ azione, un atto d’ amore che si compie verso qualcuno in difficoltà come una persona povera o un malato.

Cosa ne pensate su questo argomento??

 

La sillaba “MI” nella parola “MISERICORDIA”

7669Quest’immagine vuol rappresentare di noi che non si deve pensare ai beni terreni ma alla nostra anima e aiutare…

Per fare un esempio, mi è capitato di vedere una ragazza meno fortunata di me in sedia a rotelle, quando stavo nel cortile della scuola, che non riusciva a salire le scale per la mancanza di una rampa. E io sentendomi in bisogno di aiutarla davanti agli occhi di Cristo gli diedi una mano. E il suo ringraziamento era più grande del mio sforzo.

Infatti, dopo averla aiutata siamo diventati amici.

Voi avete altri significati per questa parola? Scrivete nei commenti il significato.

FESTA DI CARNEVALE

0ccea8024ed6070d1f7771aca7f2a095

by Simone e Ilaria

La festa si è svolta la Domenica del 7 febbraio, sotto il campanile a partire dalle 15:30 alle 17:30.

La sala era divisa in cinque aree:

Area giochi, i quali erano “pallacanastro,bowling, tiro con pallina”;

Area cibo, composta da dolci, pizzette, salati e bibite;

Area trucco, dove i bambini si sono fatti truccare da una ragazza;

Area marionette che dopo finito lo spettacolo c’erano dei ragazzi che ballavano;

Area fotografia, dei ragazzi giravano per la sala e facevano foto ai costumi.

Erano presenti molti costumi come quelli che potete vedere nella foto.

Alla fine hanno premiato il miglior costume dandogli un sacco di caramelle.

La vincitrice è stata la maschera di Hostess.

E’ stata una festa stupenda !!!

 


 

Un mondo “Griffato”… da Dio!

664166282_origGesù ha appena finito di raccontare la storia di un milionario stordito dal “profumo dei soldi”. Alla fine della vita ha dovuto lasciare tutto,come qualsiasi altro povero mortale. Rivolgendosi, quindi, ai suoi discepoli,         invita il cuore al denaro: “La vostra vita non vale se avete tanti soldi, ma se    siete ricchi davanti a Dio”. Altro che vestito griffato o super gippone!         Vedendo i suoi amici ancora perplessi, indica loro i corvi che svolazzano        nel cielo:non hanno ne dispensa ne granaio, ma possono vivere tranquilli         perché a loro pensa il buon Dio.

E aggiunge “Voi valete molto più di questi uccelli!Non affanatevi,perciò,a accumulare ricchezze e allungarvi la vita “. Indicando i fiori ,conclude:” anch’essi non lavorano e non tessono. Eppure nemmeno il re Salomone, con tuttala sua ricchezza, ha mai avuto un vestito così bello”. I discepoli sembra abbiano capito: non devono vivere con la sola preoccupazione del mangiare e del vestire. Ciò che conta è lavorare per il regno di Dio. Al resto penserà il padre.

 

L’Everest

Non solo le nostre città sono invase dai rifiuti.

Essi hanno “scalato” anche la montagna – top, l’Everest. Chi l’avrebbe mai detto che il simbolo della bellezza incontaminata sarebbe diventato la discarica più alta del mondo? Il lento e progressivo degrado è partito presto, dal 1953, anno in cui Edmund Hillary e Tenzing Norgay hanno piantato la bandiera sulla cima incontaminata. Da allora oltre 4000 scalatori hanno provato a replicare la loro impresa con successo o fallendo, rimettendoci anche la vita dietro di loro (un po’ per comodità e un po’ perché costretti a scegliere tra la vita e le attrezzature) hanno lasciato di tutto: tende, bombole d’ ossigeno, corde, zaini, batterie …
Per anni questo materiale è stato ricoperto dai ghiacciai e dalla neve. Il surriscaldamento e il progressivo scioglimento della coltre bianca stanno riportando alla luce montagne di rifiuti abbandonati.
A più riprese, diversi scalatori Nepalesi e stranieri, guidati da Namgyal Sherpa, un recordman con le sue sette volte in cima all’Everest e leader della “Extreme Everest Expedition 2010” , armati di buona volontà, hanno indossato la “tuta da spazzini” e hanno ripulito diverse parti del “gigante bianco” dalla spazzatura degli escursionisti.
Hanno riportato a casa non solo rifiuti, ma anche le ossa di una delle tante vittime della regina delle montagne che continua ad attirare centinaia di coraggiosi in cerca di emozioni e di bellezze da contemplare a un passo dal … Cielo.

 

l'everest m e c

Un Dio che crea con amore

come-individuare-le-stelle-e-le-costellazioni-guardando-il-cielo_27e7492023fbed0b46d9a7c9901da99fIl sole, la luna, le galassie, le stelle, la terra… Da dove vengono? Quando hanno incominciato a esistere?
Domande che da milioni di anni interpellano il cervello umano e cercano una risposta definitiva. Gli scienziati hanno parlato di radiazioni cosmiche, di Big Bang, di “bosoni” o “particella di Dio”…, frutto del caso o di eventi naturali.

Un universo così complicato è regolato meglio di un orologio  svizzero, non può essere spuntato dal niente!
Ci deve essere stato un geniaccio formidabile, un Padreterno pieno di fantasia e di potenza.
E, come scrive la Genesi, il primo libro della Bibbia, l’ha lasciato in regalo agli uomini, perché diventasse la loro casa, lo spazio dove crescere e vivere, giocare e lavorare, continuando la sua creazione, migliorandola anche. Questo sognava e sperava. Le cose, però, con il passare del tempo hanno preso una brutta piega.

Una preghiera per Parigi

12247024_734012156742994_8958884299821457112_n

“Dinanzi ad eventi così orribili, che hanno sconvolto non solo la Francia ma il mondo intero, non si può non condannare l’inqualificabile affronto alla dignità della persona umana. Voglio riaffermare con vigore che la strada della violenza non risolve i problemi dell’umanità! Vi invito ad unirvi alla mia accorata preghiera: affidiamo alla misericordia di Dio le inermi vittime di questa tragedia; chiediamo al Signore di infondere coraggio ai superstiti e di ricompensare l’opera benemerita dei soccorritori che hanno affrontato la drammatica emergenza”.

(Papa Francesco)

Metti qui un pensiero, una preghiera per Parigi…