IMMACOLATA CONCEZIONE

i

Credo che tutti sappiano che la Festa dell’Immacolata (8 dicembre) ci invita a una delle celebrazioni   più importanti della Vergine Maria.

E’ opportuno ricordare che nel 1854 Papa Pio IX definì come dogma di fede che la Vergine Maria fu concepita senza peccato originale.

Già nel Libro della Genesi (3,15) si legge quanto il Signore dice al serpente: “Metterò inimicizia fra te e la donna, fra la tua e la sua discendenza. Questa discendenza ti colpirà al capo e tu la colpirai al calcagno”. Per questo l’Immacolata viene rappresentata dai pittori e dagli scultori, con il serpente ai suoi piedi.

Maria non è stata toccata dal peccato, e grazie alla sua umiltà ha calpestato la testa di Satana. Grazie alla sua umiltà ha vinto. E grazie alla sua umiltà Lei stessa si chiama schiava del Signore. Proprio per questo Dio l’ha riempita di grazie.

In Parrocchia, come è tradizionale, facciamo la novena. E’ nostra Madre e vogliamo essere con Lei, meditando e pregando durante nove giorni. Da mercoledì 29 novembre al 7 dicembre, alle ore 17.30, cercheremo di chiedere alla Madre Celeste di aiutarci per ottenere da suo Figlio tutte le grazie necessarie per meritare un posto nel Suo Regno.